Recensione Huawei P Smart 2019

La P Smart 2019 si rivolge allo stesso pubblico di giovani come il suo predecessore; abbina un design pulito e semplice con un set di funzionalità straordinariamente robusto e un prezzo basso.

PRO

CONTRO

Ottima esperienza con la fotocameraPosizione dell'altoparlante e dell'auricolare scadente
Software ricco di funzionalitàCostruzione di plastica incline all'impronta digitale
prezzo accessibilemicroUSB è datato

Huawei P Smart 2019?


La popolarità del P Smart a prezzi accessibili ha conquistato la linea come successore per il 2019 e questo ultimo modello rappresenta un’altra valida offerta economica per coloro che vogliono un’esperienza di buon smartphone che non costi un occhio della testa.

Il telefono si impegna al massimo per adottare alcune delle tendenze mobili più importanti del 2018, tra cui uno schermo esteso con un notch per la fotocamera e angoli arrotondati, oltre all’ultima versione di Android Pie, oltre alla più recente Emotion UI di Huawei.

Huawei-P-Smart-2019

Alcuni degli angoli che la società ha dovuto tagliare per mantenere questo portatile a prezzi accessibili, tuttavia, potrebbero anche farti riflettere due volte, considerando che c’é altro sul mercato.

Huawei P Smart 2019 – Design


La prima cosa che mi ha colpito quando ho visto la parte posteriore della P Smart è stato il modo in cui mi ha ricordato i telefoni come l’ammiraglia lanciata di recente di Xiaomi, il Mi Mix 3,

Come il Mi Mix 3, che utilizza un vero dorso in ceramica, il retro nero lucido di P Smart (disponibile anche in blu Aurora e blu zaffiro) offre la stessa qualità riflettente argentea .

C’è un sensore per impronte digitali posteriore posizionato centralmente che è bello e scattante, e ti permette di richiamare la scheda delle notifiche con un , mentre la doppia fotocamera principale si trova, nascosta nell’angolo in alto a sinistra, non diversamente dalle linee iPhone x e vs di Apple.

Un’occhiata alla base del telefono e molti saranno lieti di sapere che la P Smart è uno dei pochi portatili che offre ancora un jack per cuffie da 3,5 mm integrato . Questo, abbinato a cuffie cablate (incluso nella confezione) è anche ciò che facilita la funzione radio FM del telefono.

Toccate o premete il telefono,, e vedrete immediatamente che si tratta di un dispositivo con supporto in plastica e in quanto tale non certo in ceramica . Per non parlare delle immediata presenza di macchie e impronte digitali che appaiono anche dopo un minimo di manipolazione. Materiali a parte, la forma arrotondata conferisce alla P Smart un aspetto carino e compatto, nonostante le sue dimensioni.

Quello che potresti essere sorpreso di trovare (come lo ero io) è una porta microUSB. Nel 2019 questo, come il jack per le cuffie, è un po deludente; il più recente, più efficiente e versatile standard USB tipo C reversibile che la maggior parte dei telefoni ha rilasciato nell’ultimo anno avrebbe convinto di piú.

Huawei-P-Smart-2019-microusb
Huawei-P-Smart-2019-microUSB


Una delle tendenze chiave del mobile 2018 è stata la rapida adozione di display estesi, un tratto lanciato da un Samsung Galaxy S8 un anno prima. L’LCD IPS da 6,21 pollici sulla P Smart sfoggia un lungo aspect ratio 19,5: 9, che ti garantisce un considerevole spazio sullo schermo.

Questo display “FullView” conferisce al telefono un aspetto alto e sottile. È bello da impugnare in una mano ; e questo non è una garanzia per gli smartphone a prezzi accessibili.

Il display “Dewdrop” è diventato un elemento standard tra la linea di smartphone 2018 di Huawei e il P Smart 2019 lo porta direttamente nel nuovo anno. Nonostante la descrizione piuttosto elegante di Huawei, citandola come “a forma di perla”, il notch si protende nel display molto più aggressivamente di quelli del OnePlus 6T.

Anche così peró è abbastanza piccolo e discreto da non compromettere l’interfaccia delle app e se riscontri un’incompatibilità con il software di terze parti, hai la possibilità di ridimensionare le app per adattarle meglio alle dimensioni dello schermo.

Se non sei davvero un fan del notch, puoi anche nasconderlo dietro una barra nera basata su software, ma a mio parere questo sembra veramente brutto, dando alla P Smart una “fronte” sgradevole e squilibrata.

Per quanto riguarda la qualità della visualizzazione, Huawei afferma che il pannello 1080 x 2340 Full HD + è in grado di fornire l’85% della gamma di colori NTSC. Nell’uso normale, i colori vanno bene . Per impostazione predefinita, il display di P Smart è impostato sulla modalità “vivido”, ma grazie alle potenti opzioni di impostazione, è facile smorzare se le immagini sono troppo incisive o se si desidera regolare manualmente la tonalità e la temperatura del colore.

Il contrasto è un po ‘carente, con i neri che appaiono più come un grigio scuro che può passare a un tono ancora più chiaro quando lo schermo è visualizzato fuori asse. Gli angoli di visuale non sono grandi, ma tieni il telefono parallelo agli occhi e avrai poco da lamentarti a livello visivo.

Oltre alla personalizzazione generale sull’output del colore del display, il telefono vanta anche una modalità Eye Comfort (certificata TÜV Rheinland) che sposta la temperatura del colore all’estremità più calda per una visualizzazione più semplice in condizioni di scarsa illuminazione e a tarda notte. Può essere configurato per avviare e spegnere manualmente o è possibile impostarlo per l’esecuzione automatica in base alle ore di alba e tramonto.

È una funzionalità che ora è comune su entrambi i supporti Android e iPhone, ma è bello avere una funzione simile su un telefono più conveniente come il P Smart , un’altra funzionalità che non è garantita nella parte bassa del mercato dei telefoni.

Huawei P Smart 2019 – Prestazioni


L’Huawei Mate 20 Lite ha un prezzo intorno ai € 300, per quasi la metà del prezzo p smart 2019 porta lo stesso processore Kirin 710 . Nonostante sia accoppiato con solo 3 GB di RAM (una quantità relativamente irrisoria per un telefono Android nel 2019), è perfettamente attrezzato per le esigenze quotidiane degli smartphone.

Inoltre, grazie all’ottimizzazione di Huawei, l’aggiornamento della GPU Turbo 2.0 significa anche che P Smart offre un’esperienza di gioco abbastanza decente sui titoli che avrei ipotizzato fossero superiori alle capacità di questo telefono.

Huawei-P-Smart-2019-Geekbench-4-punteggi

Nell’uso generale, raramente vi imbatterete in evidenti problemi di usabilità. Il telefono é reattivo mentre navighi nelle schermate Home e tra le app, quando fai il multitasking potreste notare la perdita di fotogrammi durante la transizione in uso a schermo diviso e altre caratteristiche dell’interfaccia utente più specialistiche (come picture-in-picture con Netflix), ma nulla di debilitante.

Il nuovo Honor 10 Lite sfoggia praticamente l’hardware identico e avendo appena rivisto quel telefono, sono rimasto piacevolmente sorpreso da come le prestazioni di gioco sono comparabili tra i due. Il 10 Lite ha faticato a gestire i giochi 3D in modo definitivo, mentre Huawei sembra aver fatto un lavoro migliore ottimizzando il P Smart 2019, il che significa che i titoli 3D più intensivi sono realmente giocabili.

Non ho iniziato a perdere fotogrammi (e quindi la fluidità del gameplay) in modo significativo fino a quando non avevo trenta minuti di gioco con Crash of Cars, e titoli 2D meno impegnativi come Alto’s Odyssey non sembrano affatto far sudare il Kirin 710. Nonostante ciò, la P Smart non è certamente un telefono per i giocatori più appassionati, semplicemente non ha abbastanza potenza sotto il cofano per garantire un’esperienza di gioco sempre fluida e competitiva.

Per quanto riguarda la qualità delle chiamate, quelli sul lato ricevente hanno avuto pochi problemi con la chiarezza della voce e la soppressione del rumore di fondo, ma non diversamente da Oppo Find X, la cornice stretta e il notch hanno costretto il posizionamento dell’auricolare ad agganciarsi alla parte superiore del telaio di P Smart, significa che sembra che le voci in arrivo stiano sparando dalla parte superiore o posteriore del telefono, piuttosto che direttamente nell’orecchio.

La chiarezza è ancora buona, ma è senza dubbio un’esperienza diversa da ciò a cui probabilmente sei abituato – per non parlare di tutti quelli che ti circondano probabilmente ascolteranno ciò che la persona all’altro capo ti sta dicendo, che tu voglia o no .

Huawei P Smart 2019 – Software


Come per tutti i dispositivi di fascia bassa, l’ultima e più grande versione Android non è sempre una garanzia, ma fortunatamente Huawei ha abbellito questo ultimo P Smart con Android Pie .

La sovrapposizione dell’interfaccia utente Emotion di Huawei è molto meno gonfia e molto più user-friendly di quanto non fosse in passato, ma rappresenta comunque una notevole differenza rispetto allo stock Android. EMUI 9.0.1 come appare su P Smart offre la personalizzazione su tutto, dalle schermate di home e il comportamento dell’animazione, ai tempi di accensione / spegnimento automatici, inoltre ci sono alcune nuove aggiunte interessanti che potrebbero avere valore per alcuni utenti.

HiTouch è una recente aggiunta a EMUI che ti consente di trovare e acquistare beni da piattaforme come Amazon, semplicemente premendo due dita contro un’immagine pertinente sullo schermo. È abbastanza preciso, a patto che tu stia cercando un oggetto popolare o comune, ma a meno che tu non sia uno shopaholic ci sono tutte le possibilità che questa funzione possa passare innosservata. Quelli che seguono l’abito killer o le sfumature di questo modello di Instagram, tuttavia, troveranno inestimabile HiTouch.

Ci sono alcune inclusioni più interessanti, come il bilanciamento digitale – il modo in cui Huawei utilizza i nuovi strumenti nativi digitali di Android Pie, che possono essere impostati per monitorare l’utilizzo delle app su base regolare e fornire informazioni su abitudini insalubri, come una dipendenza da Instagram o quanto spesso sei su Twitter. Inoltre, puoi impostare le quote per le app selezionate, impedendoti di utilizzarle dopo un determinato intervallo di tempo ogni giorno, a meno che tu non scelga attivamente di ignorare il limite.

Digital Balance presenta anche una modalità chiamata “Bedtime”, che oscura l’interfaccia per renderla meno piacevole da usare la sera, quando si dovrebbe ridurre l’uso del dispositivo e lasciare che il cervello si riposi prima del sonno.

Potrebbe sembrare strano che Huawei abbia incluso una funzionalità che promuove limitazioni nell’uso degli smartphone ma in questi tempi piu attenti alla salute e con il crescente riconoscimento di problemi come la dipendenza da smartphone, c’è indiscutibile valore in qualcosa come Digital Balance, specialmente tra i più giovani utenti: il pubblico di destinazione di P Smart.

Huawei P Smart 2019 – Fotocamera


Sul retro del P Smart 2019 è installata una doppia fotocamera, divisa tra un sensore primario da 13 megapixel e un sensore secondario da 2 megapixel; in atto per fornire dati di profondità per una vasta gamma di funzioni integrate nell’impostazione di imaging del telefono. Sfoggia un front-facer con messa a fuoco fissa da 8 megapixel, completa di funzionalità di sblocco del viso di base che funziona decisamente bene, anche in condizioni di scarsa luminosità.

Da un po ‘di tempo Huawei ha ingannato le intelligenze potenziate dall’IA per tutto il suo portafoglio di prodotti e persino l’umile P Smart, grazie in parte al processore Kirin 710, ora vanta anche il riconoscimento di scena AI in grado di distinguere tra 500 scene uniche, diviso in 22 categorie.

Schermata di rilevamento UI di Huawei P Smart 2019


Durante i test, la P Smart 2019 è stata in grado di definire scenari come “neve”, “stanza”, “cielo blu” e “impianto”, regolando automaticamente le impostazioni di conseguenza.

Quanta parte di un effetto, che queste regolazioni delle impostazioni controllate dall’IA, hanno su uno scatto sembra variare in base allo scenario in questione, ma a differenza dei portatili più costosi, come il Mate 20 Pro, preferisco che lo scatto AI sia attivato quando si usa il P Smart.

Con la luce naturale, le fotocamere della P Smart fanno un lavoro decente per catturare scene con colori, contrasto e dettagli accurati. Non è necessario ritagliare molto per vedere che i dettagli più fini sono un po ‘torbidi, ma se tutto ciò che cerchi è una fotocamera per postare occasionalmente su Instagram, gli snapper di questo telefono dovrebbero soddisfare le tue esigenze.


Abilitare l’intelligenza artificiale in luce naturale spinge la qualità delle immagini solo un po ‘oltre.
Senza lo scatto HDR automatico, dovrai passare a una modalità dedicata nelle impostazioni di P Smart 2019, tuttavia i risultati lo rendono utile.

Anche con l’intelligenza artificiale abilitata, l’illuminazione artificiale produce un calo notevole dei dettagli.


AI (sotto) aiuta in condizioni di scarsa illuminazione …


… tuttavia, la modalità notturna dedicata di P Smart (sotto) è l’unico modo per catturare veramente scatti utilizzabili in condizioni di scarsa illuminazione, a condizione che il soggetto non si muova.


Macrofotografia: AI (sotto) aumenta i colori, creando un’immagine più bella con più “pop”.

Modalità selfie con fotocamera ritratto campione Huawei P Smart 2019
La fotocamera frontale della P Smart supporta un set sorprendentemente approfondito di strumenti di bellezza. In condizioni di scarsa illuminazione non funzionano bene con il sensore da 8 megapixel,.
Anche senza il sensore di profondità secondario della fotocamera principale, il front-facer del telefono può rendere il bokeh sorprendentemente convincente (sfocatura dello sfondo).

Oltre alla fotografia, la P Smart 2019 include anche un’altra tecnologia Huawei assistita da AI in HiVision. Un’estensione di HiTouch e accessibile dall’interno della fotocamera, HiVision consolida il riconoscimento delle immagini per scopi di ricerca e di acquisto, nonché la traduzione in tempo reale e la funzionalità di scansione del codice QR.

La funzione di traduzione, in particolare, sembra quasi inutile in base ai miei test, mentre le altre funzioni funzionano come pubblicizzato. Come HiTouch, tuttavia, mi chiedo se HiVision faccia appello a chiunque, al di là di una fascia di nicchia di potenziali proprietari di P Smart.

Huawei P Smart 2019 – Durata della batteria


L’hardware e una grande batteria sono spesso un accattivante abbinamento e una tale combinazione regge la P Smart 2019 in buono stato, per quanto riguarda la longevità. Nonostante offra un LCD Full HD (convenzionalmente meno efficiente rispetto a OLED), nei test P Smart è in grado di gestire fino a due giorni di utilizzo per ricarica.

Ho terminato il primo giorno (dalle 8:00 alle 23:00) con il 63% di energia rimasta, uccidendo completamente il telefono entro la fine del secondo giorno (sempre dalle 8 alle 23) con 4 oredi utilizzo.

30 minuti di un gioco 3D intensivo come Crash of Cars hanno assorbito il 9% del succo di una cella 3400mAh, mentre una mezz’ora di Netflix (con una luminosità del 50%) consumava all’incirca la stessa quantità di carica (11%).

Sono stato vizziato provando i telefoni con tecnologie di ricarica rapida così impressionanti che la soluzione 10W di P Smart sembra un po perdente al confronto, tuttavia, fa almeno in modo da poter ricaricare il telefono da zero in meno di due ore.

Perché acquistare Huawei P Smart 2019?


Huawei ha fatto un ottimo lavoro nel portare un’esperienza di smartphone con funzionalità complete in un telefono che in qualche modo riesce ad abbassarsi al di sotto della soglia di € 200. La build è una delle maggiori carenze del telefono, ma se questo non ti infastidisce , c’è così tanto altro da offrire che vale la pena di trascurare questo aspetto .

Il software EMUI ha ancora bisogno di lavoro ma include così tanta funzionalità che è difficile odiarlo tanto. Anche l’esperienza della fotocamera è ricca di funzionalità, con un significativo miglioramento dell’IA che chiaramente aiuta a migliorare le immagini dall’hardware della fotocamera .

Una grande batteria con durata fino a due giorni e grafica Full HD da un pannello che sembra stare molto al di sopra del prezzo di questo telefono significa che la P Smart è anche una scelta utile per i drogati dei media con un budget limitato.

Verdetto


Un’esperienza smartphone sorprendentemente robusta per il prezzo racchiuso in un design inoffensivo che dovrebbe interessare chiunque stia cercando un telefono a basso costo.

Vedi scheda tecnica di : P-Smart 2019

Confronta cellulari con P-Smart 2019

Related posts

Leave a Comment